Business Etiquette

Il business in un mondo globalizzato

Rispetto a pochi decenni addietro, oggi le grandi aziende si trovano a operare in un mondo interconnesso che è sempre più piccolo e globalizzato; per adeguare la propria formazione, i loro manager devono sapersi districare tra le varie culture che compongono il puzzle, affrontando dei percorsi di internazionalizzazione e di business etiquette.

Finora abbiamo parlato di regole e galateo in astratto, ma vediamo concretamente cosa può accadere trovandosi di fronte a persone provenienti da altre culture.

Gli esempi più eclatanti

In Asia la business card riveste un ruolo cruciale, pertanto, al momento della sua consegna, non bisogna riporla immediatamente in tasca come siamo soliti fare, anzi occorre osservarla e pronunciare il nome che vi è scritto sopra. Sempre in Asia, ma anche in Sud America, gli uomini d’affari sono abituati a sviluppare una conoscenza reciproca molto più degli anglosassoni, con i quali si può tranquillamente parlare di business durante i brunch di lavoro.

E ancora, per gli americani degli Stati Uniti è valida la massima “il tempo è denaro”, mentre per i cinesi le negoziazioni durano generalmente molto perché il tempo serve a informarsi sull’interlocutore.

Quando la formazione può fare la differenza

Chi vuole avere successo nel mondo del lavoro del XXI secolo deve saper bilanciare sapientemente le proprie abilità in rapporto alle diverse situazioni lavorative in cui si trova: l’insieme di regole che suggeriscono quali comportamenti adottare nei singoli contesti di lavoro è chiamata business etiquette.

Il galateo degli affari

Dobbiamo pensare alla business etiquette come se fosse il galateo degli affari: spesso l’affermazione di un modello di business passa per la corretta applicazione delle sue regole; sbagliare l’etichetta significa dare un’impressione sbagliata delle proprie capacità, compromettendo il buon esisto di un colloquio o di una trattativa.

La business etiquette è ancora più importante per chi lavora all’estero e deve relazionarsi con persone appartenenti ad un’altra cultura: in questi casi, il diverso modo di pensare e comportarsi può creare imbarazzi e incomprensioni.

Non esiste una supremazia culturale

Sebbene sia sempre esistita, nei decenni scorsi la business etiquette non era al centro dell’attenzione perché, genericamente parlando, la cultura occidentale poteva godere di una supremazia culturale nel mondo degli affari. Fortunatamente, oggi le cose stanno diversamente, pertanto seguire le regole dell’etichetta permette di stringere legami di lavoro, avviare progetti e collaborazioni in modo efficiente e nel rispetto di ciascuna parte coinvolta.