La formazione virtuale

Sinora abbiamo parlato della scuola dell’obbligo e dell’università pubblica (visto che quella privata segue un percorso indipendente e meno sotto i riflettori). Diversa è la storia se rivolgiamo il nostro sguardo alla formazione professionale online. Il settore dell’istruzione specializzata è infatti sempre più vivo e richiesto.

Persone sempre più specializzate

Tra i motivi che spingono le persone a specializzarsi in capacità avanzate che li possano distinguere durante i colloqui di assunzione, rientrano l’estrema competitività nel mondo del lavoro e una generale mancanza di occupazione stabile e ben retribuita. Ciò spiega il proliferare di corsi di ogni tipo e in ogni ambito.

Proprio per venire incontro a tante esigenze diverse, anche pratiche, molti di questi corsi si svolgono ormai interamente in rete approfittando degli strumenti avanzati di cui ormai siamo padroni: audio, video, presentazioni in PowerPoint vengono messi a disposizione dei corsisti tramite piattaforme digitali specializzate.

Il modello Udemy

Tra queste piattaforme online, Udemy occupa un ruolo di spicco. Se limitiamo la nostra analisi ai numeri, questi sono impressionanti: circa 50.000 insegnanti e oltre 40 milioni di iscritti per un’offerta che conta 130.000 attività formative in più di 60 lingue; non ci stupisce sapere che Udemy è oggi considerato il marketplace di riferimento nel settore dell’istruzione online.

Non è tutto oro quel che luccica: i criteri di iscrizione per i docenti non sono molto chiari, soprattutto poiché non è necessario possedere dei titoli di studio per procedere all’insegnamento. È sufficiente iscriversi, seguire una guida per registrare i propri corsi in video e allegare eventuali esercizi o dispense.

Il modello Masterclass

Quello che fa Udemy è proporsi come piattaforma di distribuzione su commissione: altri competitor sono invece più direttamente interessati a mediare tra docenti e studenti. Vediamone alcuni esempi.

A dispetto dei pochi corsi offerti, Masterclass punta tutto sulla qualità della formazione, con professori di eccellenza nei diversi settori: Howard Schultz, l’ex CEO di Starbucks, insegna nel ramo business, il pluripremiato regista Martin Scorsese per quanto riguarda il cinema e Annie Leibovitz per la fotografia.

Masterclass suddivide i video in quattro grandi categorie: business, creatività, tecnologia e lifestyle; ciascuna di esse si suddivide ulteriormente in altri rami. Ogni corso ha un costo di 90 dollari; in alternativa è possibile abbonarsi annualmente per 180 dollari.

By rachele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *